Restauri e indagini sono state documentate nel catalogo ''La scultura in cartapesta. Sansovino, Bernini e i Maestri leccesi tra tecnica e artificio'' della Mostra tenutasi al Museo Diocesano di Milano nel 2008, riallestita in seguito da giugno a settembre dello stesso anno al Museo Provinciale Castromediano a Lecce. In Mostra erano presenti alcune delle opere in cartapesta per storia e tecnica più importanti del mondo, tra cui due importanti opere restaurate dal Centro di Restauro e provenienti dal Museo Nazionale di Belle Arti di Budapest, si tratta del rilievo in cartapesta della  ''Madonna con Bambino'' del 1540 di Jacopo Sansovino (Firenze 1486 – Venezia 1570), e un ''Ecce Homo'' di bottega toscana databile tra il 1500 e il 1525.

Sia l'importante rilievo del Sansovino che l'Ecce Homo del museo di Budapest sono stati restaurati a Lecce nel Centro Restauro Materiale Cartaceo ritenuto uno dei migliori e più avanzati d' Europa nello studio e nel restauro delle antiche cartapeste, affiancato dal ''gruppo scientifico'' costituito dal: Centro Radiologico Quarta Colosso Lecce, dr.Piero Quarta Colosso; Laboratorio di Archeometria dell'Università del Salento, prof. Alfredo Castellano e prof. Giovanni Buccolieri, per le indagini archeometriche; Diagnostica per il Restauro e la Conservazione, dr. Davide Melica, per le analisi mineralogico-petrografiche, chimiche, fisiche e biologiche e per le analisi sul legno dr.Domenico Pellerano, Università di Bari Tecnologia del legno. La direzione delle indagini storiche è affidata al prof. Raffaele Casciaro; docente dell'Università degli Studi di Lecce Dipartimento di Conservazione dei Beni Culturali.

Inoltre erano presenti numerose opere leccesi restaurate e studiate dal Centro di Restauro che hanno permesso di dare una nuova lettura alla storia della cartapesta locale.

A Roma nell'ottobre 2008, al "Centro di Restauro" di Lecce è stato assegnato il "Premio Carta 2008" Symbola/Comieco per aver applicato le migliori conoscenze e tecnologie nel recupero della tradizione.