Corsi tematici di perfezionamento. Il centro organizza una serie di corsi che puntano alla diffusione di tecniche di legatoria antiche e moderne e di pratiche di restauro nel campo dei beni librari e più in generale dei materiali cartacei. I corsi, destinati a specialisti e appassionati, richiedono alcune conoscenze e abilità di base nel campo della legatoria o del restauro dei beni librari. I docenti, quotati a livello internazionale, hanno al loro attivo riconoscimenti, pubblicazioni, mostre e incarichi di indubbio prestigio, oltre a indiscusse e apprezzate capacità didattiche. Le lezioni si svolgeranno in italiano o in altra lingua, ma sarà garantita una traduzione libera in italiano delle lingue diverse, che potranno essere il francese e l’inglese.

    • - Julie Auzillon Legatura “Origata” 6-7 giugno 2019
      Scadenza Iscrizioni: 24 Aprile 2019 SCARICA ITA
      DOWNLOAD FR

      • - Georgios Boudalis Capitelli intessuti nella legatoria tradizionale del Mediterraneo Orientale 10-12 giugno 2019
        Scadenza Iscrizioni: 27 Aprile 2019 SCARICA ITA
        DOWNLOAD ENG

          • - Miriam Rampazzo Fiori e oro su scomparti a incasso: la legatura veneziana “a cassettoni” 18-20 settembre 2019
            Scadenza Iscrizioni: 10 Agosto 2019 SCARICA ITA
            DOWNLOAD ENG

            • - Renate Mesmer Suggerimenti e piccoli trucchi per la conservazione di libri e documenti/ 3-5 ottobre 2019
              Scadenza Iscrizioni: 19 Agosto 2019 SCARICA ITA
              DOWNLOAD ENG


              Per informazioni sui costi e modalità di iscrizione ai corsi di perfezionamento scaricare e compilare il modulo di iscrizione SCARICA


                • I DOCENTI:
                • Julie Auzillon
                  Legatura “Origata”

                  Julie Auzillon, vincitrice della terza borsa di ricerca per una legatura creativa presso l'Atelier du Livre de Mariemont (Belgique), trasmetterà ai suoi allievi la tecnica che ha sviluppato in un anno e mezzo di ricerche: la legatura Origata. Nata a Parigi nel 1982, Julie Auzillon fa parte della nuova generazione di artisti-artigiani che si muovono tra tradizione e innovazione. In questo spirito di continuità nel rinnovamento ha saputo imporre il suo stile personale. Diplomata della rinomata École Estienne (Paris, France) nel2003,ha collaborato con artisti e firme importanti, prima di aprire il suo atelier nel 2013. Lavora attualmente per istituzioni, biblioteche o bibliofili che le lasciano carta bianca per valorizzare i loro libri preziosi. Il suo atelier, un laboratorio di legatura Le opere più brillanti di Julie Auzillon sono legature e contenitori creativi. Entrambi condividono il comune obiettivo di proteggere e valorizzare un'opera in maniera unica. L'artista fa ricerca, si documenta e si lascia ispirare per immaginare nuovi modi di concepire la legatura. In questo modo è capace di donare alle sue opere un sovrappiù di anima. Le influenze di Julie Auzillon sono quelle del Giappone dove il rigore e la purezza trovano rispondenza con l'armonia. La filosofia e l'estetica giapponesi parlano alla sua sensibilità e le hanno permesso di trovare il suo stile. In effetti, per l'artista, il vincolo della tecnica è fonte di un'intensa creatività. Una delle sue caratteristiche è di mostrare il meccanismo della legatura, non di nasconderlo. La struttura quindi costituisce un elemento grafico a sé stante. Dietro le quinte di un teatro estetico che si dipana sotto i nostri occhi

                  • Georgios Boudalis
                    Capitelli intessuti nella legatoria tradizionale del Mediterraneo Orientale

                    Georgios Boudalis ha studiato belle arti a Salonicco e conservazione a Firenze e ad Atene, specializzandosi nel restauro del libro. Responsabile del Laboratorio di conservazione e restauro di libri presso il Museo della Cultura Bizantina di Salonicco, nel 2005 ha conseguito il dottorato di ricerca sull'evoluzione della legatura bizantina e post-bizantina presso la University of Art of London, e ha pubblicato sui temi della storia della legatura e della conservazione dei manoscritti. Ha lavorato presso le più importanti biblioteche monastiche quali quella del Monte Athos e di Santa Caterina al Sinai. Qui ha avuto modo di studiare direttamente le caratteristiche delle varie tradizioni di legatoria del Mediterraneo Orientale e le loro interconnessioni tra il 10° e il 18° secolo, oggetto dei suoi principali interessi di ricerca. Ha presentato corsi sia teorici che pratici su questo argomento mettendo a fuoco in particolare la tradizione Bizantina e Post- Bizantina. Tra febbraio e giugno 2018 ha curato la mostra "The Codex and Crafts in Late Antiquity" tenutasi al Bard Graduate Center di New York, e ha scritto una monografia di accompagnamento alla mostra pubblicata dallo stesso BGC. Attualmente sta completando una ricerca sui capitelli delle legature del Mediterraneo orientale.

                    • Miriam Rampazzo
                      Fiori e oro su scomparti a incasso: la legatura veneziana “a cassettoni”


                      Miriam Rampazzo è restauratrice di materiali librari, archivistici, opere d'arte su carta e fotografie. Si è diplomata e abilitata in Restauro presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna nell'aprile 2017, con una tesi sulla struttura e il restauro di alcune legature 'a cassettoni' della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia. Nel 2018, ha svolto un tirocinio post-laurea di sei mesi presso la Folger Shakespeare Library di Washington, DC (USA). Attualmente è dottoranda presso la University of the Arts di Londra. Ha presentato alcuni approfondimenti sulle legature 'a cassettoni' veneziane del Cinquecento in varie conferenze internazionali ed è autrice di articoli scientifici sull'argomento. Da giugno 2017 lavora come restauratrice per privati e istituzioni pubbliche.

                      • Renate Mesmer
                        Suggerimenti e piccoli trucchi per la conservazione di libri e documenti/


                        Renate Mesmer, è a capo del Dipartimento di Conservazione presso la Folger Shakespeare Library di Washington, D.C., dove già dal 2004 è stata Assistente Capo. Renate Mesmer ha diretto per sei anni il programma di Restauro del Libro e della Carta pressoil Centro del Bel Libro di Ascona, in Svizzera. Si è diplomata presso La Chamber of Crafts of Palatinatee ha lavorato accumulando un'enorme esperienza in dieci anni di attività come capo del dipartimento di conservazione degli Archivi di Stato di Spira, in Germania. Negli ultimi venti anni ha svolto un'intensa attività di docenza e di diffusione su una varietà di argomenti di conservazione, quali "Suggerimenti e trucchi nel restauro di libri e documenti in carta", "L'applicazione di trattamenti di sbiancamento nel restauro della carta", "L'uso della carta prodotta con il metodo meccanico", "Sigilli in cera", ma anche relativi alla legatura come "Tre legature Conservative", "La legatura tedesca in carta", "La legatura da cintura - una struttura libraria medievale" solo per ricordarne alcuni. In aggiunta ha diretto il Guild of BookworkersPotomacChapter ed è al suo secondo mandato come presidente dello IADA (International Association of Paper and Bookconservators) una delle maggiori organizzazioni per la conservazione di libri e documenti cartacei, che conta più di 650 membri e pubblica il Journal of PaperConservation.


                        MODULO DI ISCRIZIONE SCARICA





                        PHOTOGALLERY

Condividi su Facebook